Ultima modifica: 13 settembre 2016

Orientamento

 

Il nostro istituto da anni rivolge particolare attenzione all’orientamento dei ragazzi in uscita dalla terza media, tanto da aver fatto parte di una rete di scuole (solo 25 su tutta Roma) scelte dal MIUR per studiare una modalità comune per tutta la regione Lazio di orientare i ragazzi ed evitare la dispersione scolastica.

In passato l’I.C. “Manzi” ha collaborato con l’Università di Roma Tre e con alcuni istituti superiori facenti capo al “Galilei” al progetto “Sestante”, con il Comune di Roma e l’Ass. ne “Spirit Romanesc” al progetto “E dopo? Educare a una scelta”, con ISFOL, e oggi ha vinto il bando con il progetto “Prevenire il disagio con l’integrazione scolastica”, finanziato dal Municipio Roma V con i fondi legge 285 del 1997. Inoltre il nostro Istituto fa parte di una rete di scuole, facenti capo all’ITIS “Lattanzio” allo scopo di elaborare un piano di Orientamento secondo il curricolo verticale. 

Aiutare i ragazzi ad orientarsi nella scelta della scuola superiore prevede essenzialmente due momenti, una emotiva, in cui si supporta l’alunno nella scoperta delle proprie attitudini e potenzialità, chiarendo la differenza tra l’ideale – il sogno che ciascuno ha nel cassetto – e la realtà, e una informativa, riguardante i possibili corsi di studio, la durata di ciascuno di essi, il tipo di qualifica che rilasciano e gli sbocchi professionali, nonché l’incontro con i docenti delle superiori e con gli ex alunni del nostro istituto.

Grazie al progetto del Municipio V la nostra scuola si avvale di  esperti nel settore dell’Orientamento che somministreranno dei test psico-attitudinali  agli alunni, la cui restituzione  ai ragazzi stessi e alle famiglie prevede una discussione, a livello individuale, in cui si forniscono  gli elementi utili per una scelta serena.

I FASE. Alla scoperta di sè

  • Attraverso un gioco si sollecita la riflessione degli alunni in relazione a quale deve essere l’atteggiamento di ciascuno perché il laboratorio funzioni
  • Attraverso un laboratorio guidato gli alunni individuano la materia preferita, la materia in cui si eccelle secondo l’opinione dei compagni, la caratteristica personale migliore, la caratteristica che gli altri pensano sia la migliore, il mestiere che si vorrebbe fare da grande. Nel momento della riflessione emergerà lo scollamento tra la realtà e l’ideale, spesso la materia non coincide con la professione che si vorrebbe intraprendere
  •  Analisi delle paure e le aspettative

 

II FASE: alla scoperta della realtà

  • Intervista agli adulti: riflessione su quanta influenza esercitano i genitori, i compagni, la scuola nella scelta.
  • Presa di coscienza del percorso che si deve fare per raggiungere un obiettivo. Metodo di studio: come apprendo più facilmente.
  • Costruire un curriculum. Come si scrive, quali elementi devono essere evidenziati
  • Simulazione: di un colloquio di lavoro

 

III FASE: informazioni pratiche

  • Proiezione di slides anche alla presenza dei genitori per illustrare le diverse tipologie di scuole superiori e gli sbocchi professionali a cura del docente referente o di Informagiovani (comune di Roma)
  • Open day superiori.
  • Incontro con ex-alunni
  • Allestimento bacheca Orientamento, con diffusione open day e lezioni propedeutiche delle superiori.

 

IV FASE: la scelta

  • Test psico-attitudinali
  • Restituzione dei test agli alunni individualmente
  • Restituzione ai genitori previo appuntamento

 

 Come si sono orientati i nostri studenti

grafico